Attenti al Drone!

Un qualsiasi drone, equipaggiato con uno strumento di rilevamento reti, può segnare ad un hacker se la vostra abitazione ha, al suo interno, dispositivi non sicuri.A dimostrazione di questo i ricercatori di sicurezza dell’ università di Pretorio, in Texas, hanno mappato su google maps più di 1600 dispositivi in soli 18 minuti di volo.
La ricerca del drone si è concentrata verso dispositivi “smart” in grado di collegarsi a Internet, nello specifico hanno ricercato dispositivi ZigBee-enabled, protocollo di rete aperto. Quando un dispositivo che usa il protocollo ZigBee (Toshiba, Philips, Huawei, Sony, Siemens, Samsung, Motorola, e molti altri ) cerca di avviare una connessione invia una richiesta beacon che può essere individuata da chiunque sia in ascolto.

Quali rischi si corrono realmente?

zigbee-internet-of-things
IoT ( Internet delle cose ) è meraviglioso, ci consente di far comunicare praticamente ogni tipo di dispositivo uno con l’altro e con noi.
Dall’auto alla TV, dal termostato alle lampadine, dal tablet alla serratura di casa etc.. Purtroppo però Tobias Zillner e Sebastian Strobl di ‘Cognosec’  hanno scoperto alcune falle di sicurezza critiche in ZigBee ( in particolare sulla procedura di associazione ) che possono consentire ad un hacker di prendere il controllo di tutti i nostri dispositivi sopra citati…

La brutta notizia è che attualmente non c’è modo di proteggersi, la bella è che gli hacker, per la maggior parte delle volte, non utilizzeranno i dispositivi “smart” per violare la nostra privacy, bensì per sferrare attacchi informatici di massa ( DDoS ).

Alessandro Giacani

Alessandro Giacani

CEO @ Nukecommerce ltd, Full Stack Developer.
Scovo problemi complicati – fornisco soluzioni semplici.
Chatta con me question_answer